La menta poleggio (Mentha pulegium), spesso conosciuta anche come menta romana, è una specie di pianta del genere Mentha della famiglia delle Lamiaceae.).

Descrizione: La menta poleggio germoglia sia sotterranea, che fuori da un sottile asse basale. I germogli, che di solito hanno una leggera peluria, hanno un forte odore aromatico pungente e sono di colore verde chiaro. Il fusto è per lo più ascendente, raramente eretto o prostrato, più o meno ramificato, lungo 10-50 cm con canali d'aria nello stelo, gli internodi sono lunghi da circa la grandezza di una foglia a diverse volte più lunghi di essa. Queste sono a gambo corto, da ellittiche a strettamente ovale-ellittiche, lunghe circa 1-3 cm e larghe da 1/3 a 1 cm, di solito arrotondate, con solo da una a tre paia di pinne deboli e smerlate e altrettanti denti a tacca poco profondi, non di rado interi. Fiori in verticilli staminati globosi, piuttosto sciolti, fogliare-assillare. Calice tubolare con tubi lunghi circa 2 mm, barbuti in gola, e dieci nervi un po' sporgenti, labbro superiore a tre denti, un po' curvo verso l'alto e labbro inferiore a due denti. Corolla violetta, raramente bianca, glabra o lanuginosa all'esterno, con il tubo che si allarga improvvisamente, con anello di peli debolmente sviluppato, e lobi obovati che superano di molto il calice. Periodo di fioritura: da luglio a settembre. La pianta è molto comune in tutta l'area mediterranea e si spinge molto a nord nell'area eurasiatica. valli fluviali molto più a nord. È legato a luoghi molto umidi ed è in grado di vegetare sotto l'acqua per diversi mesi. Cresce in coltivazione ma anche su terreni asciutti. Preferisce i terreni sabbiosi poveri di calcare, ma si trova anche nelle paludi salmastre.

In Germania cresce molto sporadicamente e in modo sparso. È un buon pascolo per le api. Ingredienti dell'olio essenziale: tra il 15% e il 90% il pulegone è il componente principale, oltre a mentone e piperitone mentolo, tannini lamiacei e flavonoidi. Tossicità: la pianta è ufficialmente classificata come velenosa in tutte le sue parti. L'effetto velenoso è attribuito al pulegone. Questo principio attivo è un chetone monociclico monoterpenico che ha un forte odore di menta e canfora. Nella sua forma pura causa danni al fegato. In forma di olio essenziale è un forte irritante della pelle e delle mucose. 
Uso come pianta medicinale: molto apprezzato fin dall'antichità. È anche menzionato nei drammi antichi di Aristofane come un abortivo. Plinio lo apprezzava più della rosa. 

Ha una gamma relativamente ampia di usi: stimolante mestruale , induzione del travaglio , tonico, digestivo, antisettico.
È stato usato ampiamente fino al 16° secolo. Hildegard von Bingen gli attribuisce fino a 15 diversi effetti curativi in miscele con altre erbe. Rafforza anche l'effetto di altre erbe. Il rimedio più famoso di Hildegard von Bingen che contiene la menta poleggio è la Sclareakräutermischung, che è un eccellente stomachico. 

Nuove scoperte: dai testi Physica e Causae et Curae di Hildegard von Bingen si può dedurre che la menta poleggio deve avere effetti antisettici e regolatori della difesa. In Sud America si usa il Poleo, una pianta simile per molti versi: per conservare il cibo, rimedio per la tubercolosi. Il pulegone è conosciuto e rivalutato dal punto di vista della tossicità, come battericida e antivirale. 
Inoltre, antinfiammatorio. Sulla base di questi risultati, il team di ricerca Ratioars ha studiato l'effetto dell'olio essenziale da un punto di vista completamente diverso: abbassa gli anticorpi. È stato notato che le persone con problemi autoimmuni hanno mostrato una significativa diminuzione degli anticorpi quando hanno preso il semplice tè alla menta poleggio. Un altro fatto poco considerato fino ad oggi è che la concentrazione di pulegone diminuisce significativamente durante il processo di essiccazione della pianta. Così, il farmaco secco ha un rapporto sostanza attiva-quantità completamente diverso dal farmaco fresco. Inoltre, il fatto che il raccolto della pianta nella fase balsamica ha una proporzione notevolmente aumentata di pulegone, la raccolta dovrebbe idealmente fatta poco dopo la fase balsamica. Questo è il momento in cui la sua efficacia si è dimostrata più alta. Il suo miele contiene pulegone. Tuttavia, non ha un effetto tossico. La concentrazione è molto bassa. 
Infine, si può affermare che l'uso della droga secca sciolta in acqua o alcol ha una bassa concentrazione di pulegone. La proprietà di abbassare il numero degli anticorpi si basa su un effetto di blocco della tolleranza del sistema immunitario.  Il che significa che non è un semplice abbassamento degli anticorpi, ma si contrasta la causa della sovrapproduzione di anticorpi. L'uso per le malattie reumatiche autoimmuni, il morbo di Crohn e la colite ulcerosa si è dimostrato di essere estremamente efficace. 

Come sempre in erboristeria, non è il singolo ingrediente il fattore decisivo, ma la miscela di principi attivi che fa l'effetto. 

Segnaliamo espressamente che un trattamento con la menta poleggio deve essere sempre effettuato da uno specialista.

Italian